Camminare e usare lo smartphone, rischio sicurezza

Camminare per strada usando lo smartphone metterebbe  a rischio non solo la propria incolumità, bensì anche la sicurezza altrui, secondo uno studio accreditato. Però, sembra che il cellulare non sia la causa del cancro al cervello.

Cellulare e cancro al cervello

In passato, gli smartphone sono stati accusati di provocare tumori cerebrali, ma pare che il cancro al cervello non sia causato da esso. A suggerirlo è una nuova ricerca spagnola che ha preso in esame un campione di 9000 persone. La ricerca condotto dal Barcelona Institute for Global Health evidenzia come non esista alcuna prova che le radiazioni emesse dai telefoni cellulari e dalle microonde aumentino il rischio di tumori cerebrali. Lo studio ha analizzato circa 9000 persone provenienti da sette paesi, di cui oltre 5.000 avevano un tumore al cervello.

L’esposizione ai campi elettromagnetici è stata determinata attraverso le interviste, in quanto i partecipanti dovevano dichiarare se avessero lavorato con o vicino a fonti di radiazioni. Anche le professioni di essi sono molto varie: chi fa un’attività associata ad elevate esposizioni ai campi elettromagnetici, e chi invece è esposto in modo minore.

I risultati sono chiari: non esistono prove concrete che possano dimostrare come l’esposizione ai campi elettromagnetici possa essere la causa del cancro al cervello. Tuttavia, i ricercatori fanno una doverosa precisazione: solo pochi partecipanti sono stati esposti a elevate quantità di campi elettromagnetici, pertanto bisognerebbe ripetere le analisi con più persone appartenenti a questo gruppo. La ricerca però ha rivelato un dato importantissimo, ovvero che le condizioni e la gravità del tumore potrebbe peggiorare con una esposizione ai campi elettromagnetici.  Per saperne di più, ti invitiamo a leggere il blog di Analisi Cliniche Cangiano.

Camminare con smartphone, rischio sicurezza?

Non siamo ai livelli di un tumore al cervello, ma anche vedere il cellulare mentre si cammina non è certo un beneficio per la propria incolumità e quella altrui. Passeggiare senza prestare attenzione a dove si mettono i piedi può essere deleterio secondo un nuovo studio condotto dai membri della University of British Columbia.

Gli esperti hanno analizzato la maniera in cui l’uso dei dispositivi mobili influenza il modo di camminare dei pedoni. Inoltre, gli scienziati hanno scoperto che più di un terzo delle persone viene distratto dallo smartphone, soprattutto dagli SMS e soprattutto dalle conversazioni telefoniche. Chi pensava che il cellulare fosse una distrazione solamente alla guida, si deve ricredere. I pedoni distratti hanno avuto molti problemi a mantenere la velocità e l’andatura a piedi, impiegando più tempo per attraversare la strada e aumentando, di fatto, il rischio di incidente con veicoli.

Smartphone per veicoli autonomi

Questi risultati sono considerazioni importanti per lo sviluppo di automobili senza conducente veramente sicure. Significa che programmando un veicolo autonomo per riconoscere i pedoni distratti dai loro modelli di camminata, sarà infatti possibile anticipare i comportamenti di chi va a piedi, agendo in modo da evitare un incidente. I risultati possono essere utilizzati per calibrare i programmi di simulazione dei pedoni in modo più accurato, aiutando a costruire strade più sicure e a progettare veicoli autonomi con intelligenza notevolmente superiore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.