Come scegliere il miglior binocolo: tutte le info

Sicuramente tutti quanti noi almeno una volta nella vita abbiamo utilizzato un binocolo. Si tratta di uno strumento davvero eccezionale, che consente di ingrandire le immagini a distanza: a seconda del modello, si può ottenere un ingrandimento più o meno dettagliato, fino a diversi chilometri di distanza.

Un binocolo può essere acquistato per svariati motivi: per esempio se andiamo a caccia o se amiamo osservare i paesaggi e i panorami, o se magari siamo attivi nel birdwatching. Insomma, non c’è un motivo specifico, univoco.

Ma come possiamo fare per acquistare il miglior binocolo, o meglio, che possa rispondere al meglio alle nostre esigenze? In primo luogo sarebbe opportuno capire come funziona un binocolo, per effettuare la scelta al meglio.

Funzionamento di un binocolo

Ogni binocolo è dotato di prismi, ovvero delle lenti che permettono di riflettere la luce all’interno e rendere quindi visibile un’immagine che l’occhio umano non sarebbe in grado di vedere. A seconda della qualità delle lenti, possiamo ottenere una visione migliore. Esistono diverse tipologie di lenti, di prismi, che possono essere “a tetto” o “a Porro”. Quest’ultime riescono a resistere meglio ai riflessi, donando un’immagine molto nitida.

Piccola parentesi, va detto che i binocoli possono essere attrezzati con diverse attrezzature particolari, a seconda delle esigenze. Per esempio, c’è chi fa uso di un binocolo con telemetro ottico, il quale riesce a calcolare la distanza tra un punto, quello in cui ci troviamo, e quello che stiamo osservando: risulta particolarmente utile, per esempio, durante la caccia, per capire a che distanza sia il nostro bersaglio. Esistono, poi, dei regolatori di diottria, utili a migliorare l’immagine.

Tornando al funzionamento del nostro binocolo, va chiarito come agisca: la luce passa attraverso le lenti del binocolo, il quale produce un’immagine ribaltata. Ogni strumento di questo tipo, però, ha un sistema di raddrizzamento automatico dell’immagine: gli stessi prismi di vetro adoperano questa operazione, con delle rifrazioni.

Come scegliere

E veniamo al fulcro del nostro articolo. Come possiamo fare per scegliere il miglior binocolo? In primo luogo dobbiamo prendere in considerazione delle cose fondamentali: per esempio, l’ingrandimento, indicato sul prodotto, che stabilisce quanto quel determinato binocolo possa ingrandire un soggetto.

Ma non solo. L’obiettivo è fondamentale: in questo caso, il dato ottenuto è dovuto alle due lenti che sono poste una difronte all’altra e il diametro tra queste fa si che venga stabilita la quantità di luce entrante. Più luce entra, maggiore sarà l’apertura del binocolo e quindi la nitidezza delle immagini. Quando l’apertura del binocolo è maggiore, sarà maggiore anche la grandezza dello strumento.

Altro fatto che assolutamente dobbiamo prendere in considerazione è il campo della visuale, la dimensione totale di quello che riusciamo a vedere col binocolo. Si tratta, nello specifico, della dimensione massima che si riesce a vedere col binocolo. Possiamo trovare sul mercato dei binocoli grandangolari, che riescono a dare un campo di visuale maggiore a parità di ingrandimento. Aumentando l’ingrandimento, ovviamente, diminuirà però il campo di visuale, quindi bisogna ben tenere a mente questo fattore.