Investire consapevolmente in criptovalute: attenzione alla volatilità

In ambito finanziario, un elemento cardine da tenere in grande considerazione è, senza alcun dubbio, la volatilità. Essa indica la variazione dei prezzi di un asset in un determinato lasso di tempo. Di conseguenza, più un mercato offre oscillazioni considerevoli, maggiore sarà la volatilità presente. E, per questo motivo, aumenteranno considerevolmente le opportunità e le insidie.

Va da sé che il concetto di volatilità sia strettamente correlato a quello di rischio, altro fattore di rilevante importanza in ambito finanziario: maggiore è la volatilità di uno strumento finanziario, più ampi saranno i guadagni o le perdite. Nelle scorse settimane, purtroppo, si è assistito ad una repentina discesa della maggior parte dei mercati, che hanno causato, in alcuni casi, delle drastiche riduzione del valore degli investimenti dei risparmiatori.

Criptovalute: perché sono così esposte alla volatilità?

E’ buona norma, quindi, che ogni singolo risparmiatore faccia proprio anche un altro fattore molto significativo: la diversificazione, ossia investire in un numero plurimo di asset, all’interno dei quali è consigliabile acquistare titoli differenti fra loro per caratteristiche come area geografica e settore industriale, solo per citare i più famosi e ricorrenti. Costruire un portafoglio diversificato è una priorità di qualsiasi risparmiatore, in modo da risentire in misura minore di alcune possibili correzioni di alcuni specifici asset o titoli.

Tra gli asset finanziari, uno, più di altri, è salito alla ribalta negli ultimi dieci anni: le criptovalute. Uno strumento certamente divisivo all’interno della comunità internazionale finanziaria, dove gli esperti si sono divisi tra favorevoli e scettici, scatenando un dibattito che, a tutt’oggi, resta ancora assai acceso e ricco di spunti particolarmente interessanti per gli investitori.

I risparmiatori che vi collocano i propri soldi, infatti, sono milioni in tutto il mondo, attratti, fondamentalmente, per due motivi: un possibile futuro roseo per questo asset e la forte opportunità di trarre guadagni significativi. Le criptovalute, infatti, hanno fatto registrare – in alcuni momenti – dei forti profitti, in altri, però, si è assistito ad una discesa non indifferente dei prezzi.

In altri termini, le criptovalute sono uno strumento fortemente esposto alla volatilità. Ed i motivi sono diversi. In primis, non sono assoggettate, fino ad oggi, ad alcuna normativa. Le banche centrali ed i governi stanno cercando di emanare delle leggi, ma la circolazione delle criptovalute, per via della loro conformazione, non è semplice da regolare perlomeno nel breve periodo.

Non tutti i broker sono uguali: prestare attenzione nella scelta del portale finanziario

Questo aspetto, che per alcuni trader risulta di forte appeal considerato il potenziale elevato grado di speculazione, può dar modo alle criptovalute di essere soggette ad operazioni di manipolazione dei mercati, che possono modificare, anche in senso negativo, il valore di una criptovaluta. Gli investitori istituzionali, di conseguenza, al momento non posseggono nei propri portafogli titoli collegati a questo comparto finanziario.

La criptovaluta più nota è, certamente, il Bitcoin. Nato nel 2009, è salito velocemente alla ribalta grazie ad un’iniziale performance estremamente positiva, attirando l’attenzione di tanti piccoli risparmiatori. Nonostante alcune fasi contrastanti, il rendimento, rispetto alla data di partenza, è ampiamente positivo. E conferma come le “valute digitali” possano essere un ottimo coadiuvante per migliorare le performance complessive di un portafoglio finanziario.

Attenzione, abbiamo scritto non casualmente la parola “coadiuvante”, in quanto le criptovalute non possono rappresentare l’unica soluzione di investimento e, in ogni caso, devono essere sapientemente bilanciate: per un investitore con un grado di rischio medio-alto, è suggerito allocare in questo asset non più del 7-8% dei propri risparmi.

Quando si decide di investire nel mondo delle valute virtuali, va portata particolare attenzione al broker al quale affidarsi. In questo momento, tiene banco il dibattito su Crypto Engine, sito di cui ci occuperemo in modo più approfondito nei prossimi articoli.