Investire in un Franchising

Aprire un’attività commerciale oggi rappresenta un atto di coraggio, la pressione fiscale è tale da scoraggiare anche i più temerari e nello stesso tempo la propensione all’acquisto è ai minimi storici sebbene in ripresa mentre i costi di gestione esistono e si fanno sentire.

Difficile riuscire a godere di utili sufficienti con notevoli uscite e bassi incassi e così molte attività che aprono i battenti con tanto entusiasmo si ritrovano a chiudere dopo poco tempo lasciando dietro di se debiti da saldare e difficoltà economiche. In questo panorama desolante e scoraggiante, tuttavia, esistono soluzioni per riuscire ad avviare con successo un’attività, il Franchising.

Esistono nel Paese attività commerciali che hanno saputo trovare il prodotto giusto da proporre e la formula commerciale vincente per farlo. Queste attività, dopo aver sperimentato con successo il loro Business, diventano pronte a cedere il diritto di sfruttamento del proprio marchio replicando le medesime formule in altri punti vendita autonomi nella forma ma affiliati al marchio proposto. Il guadagno per chi offre tale formula è l’aumento di produzione e diffusione del prodotto che gli affiliati commercializzano insieme al diritto di utilizzo del marchio, la tassa di ingresso e, in molti casi, un contributo periodico per il mantenimento dello stesso. Questa formula è il Franchising.

Con questa forma commerciale chi entra a far parte della rete di negozi a marchio, ne acquisisce il diritto di utilizzo e si impegna a condurre il punto vendita, di cui è a tutti gli effetti titolare, seguendo le politiche commerciali del titolare del marchio e commercializzando i suoi prodotti. Chiaramente per chi entra a far parte del Franchising il vantaggio consiste nel non dover inventare né il prodotto né la forma e immagine di vendita, sfruttando l’idea di successo del marchio originale. Se questo funziona in uno o più realtà, replicandole a parità di condizioni non c’è un motivo reale perché non possa funzionare allo stesso modo. Naturalmente occorre tenere conto della realtà territoriale in cui si intende aprire un franchising che tenga conto delle abitudini e tradizioni locali, della popolazione, della concorrenza esistente sul territorio.

Come aprire un Franchising

Innanzitutto occorre individuare la categoria merceologica sulla quale si intende operare, un gelateria, un negozio di casalinghi, di abbigliamento e così via per procedere a vedere quali sono le proposte di Franchising nel settore. Le aziende emergenti spesso offrono il Franchising anche senza tasse di ingresso offrendo comunque assistenza per l’apertura a fronte della disponibilità di locali commerciali di superficie adeguata al Business, determinato dal Franchisor stesso, la localizzazione, la presenza di parcheggi adeguati e altre caratteristiche che sono determinate dall’esperienza del marchio stesso per garantire le massime possibilità di successo.

Nell’apertura del negozio il Franchising prevede in genere anche il supporto promozionale per pubblicizzare al massimo l’apertura. Prima dell’apertura in genere sono previste giornate di formazione presso la sede del Franchisor.

Da parte di chi intende investire in questo occorre la valutazione dell’entità dell’investimento che corrisponde al reperimento ed affitto del locale commerciale, le utenze, le pratiche burocratiche, le parcelle professionali e dei costi di eventuali lavori di ristrutturazione ed adeguamento dei locali. Spesso, invece, l’arredamento e le attrezzature di base sono comprese nei costi di affiliazione che a loro volta fanno parte dell’investimento.

A tutto questo si aggiunge il costo di prima fornitura per riempire il negozio, una spesa che non è presente nei Franchising di servizi, essendo questi beni intangibili. Abbiamo detto tutto ma non la cosa fondamentale: il Franchising viene concesso a fronte di un piano di fattibilità da parte del Franchisor che tiene conto di molti fattori tra i quali lo studio della profittabilità del business proposto in quanto il successo del punto vendita va in parallelo con l’immagine del marchio e nessun Franchisor ha piacere di accostare il proprio marchio all’immagine di un negozio che fallisce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.