Come rendere i rilevamenti accurati grazie ai sensori di pressione

Sul mercato industriale esistono diverse tipologie di sensori che rilevano la pressione. Le variabili sono molteplici e dipendono dai campi di utilizzo nei vari settori, dallo stato della materia e dalla tipologia di rilevamento richiesto (differenziale o assoluto). Questi strumenti rivestono una grande importanza poiché danno risultati precisi ai fini dei rilevamenti nel corso della produzione industriale. Repcom è una delle principali realtà che si occupa della vendita e della distribuzione di sensori di pressione per uso industriale e fornisce un’ampia gamma di scelta capace di soddisfare tutte le richieste e le esigenze nei diversi settori.

Definizione di sensore di pressione

Il sensore di pressione atmosferica è un componente elettronico capace di rilevare la pressione e poi convertirla in un segnale elettrico in base alla pressione applicata. In virtù delle sue capacità viene definito anche trasduttore di pressione.

Si possono individuare due tipologie di pressione: assoluta e differenziale. I sensori di pressione assoluta misurano la pressione di una camera di riferimento mentre i sensori di pressione differenziale indicano la differenza tra due diverse pressioni e sono in grado di misurare cali di pressione, portate e livelli di fluido.

Inoltre il sensore di pressione assoluta e di conseguenza il sensore di pressione relativa presentano un’unica porta per la connessione della pressione, diversamente il sensore di pressione differenziale ne ha due.

Vi sono poi i sensori di pressione manometrica utilizzati per offrire una misurazione precisa della pressione atmosferica attuale e i sensori di pressione con manometro sigillato che hanno un funzionamento molto simile ai sensori di pressione manometrica, ma la pressione relativa viene calcolata ad una pressione fissa e non secondo quella atmosferica attuale.

La differenza tra sensori di pressione barometrica e sensori di pressione differenziale

Il sensore di pressione barometrica è un sensore di pressione assoluta che misura la pressione atmosferica tra gli 800 ed i 1100 millibar. I sensori barometrici sono in grado di misurare la pressione atmosferica istantanea facendo un confronto immediato con il vuoto presente sull’altro lato della membrana. La pressione barometrica rappresenta la forza esercitata dall’aria sulla superficie terrestre che cambia a seconda dell’altitudine e della temperatura. Il sensore di pressione barometrica quindi legge la pressione atmosferica assoluta e la temperatura, stimando indirettamente l’altitudine al di sopra del livello del mare. 

I sensori di pressione differenziale vengono solitamente usati per monitorare le basse pressioni differenziali soprattutto quando si verifica una notevole sovrapressione su un lato ed un’importante pressione statica come ad esempio nelle industrie di riscaldamento e condizionamento, costruzioni navali, costruzione di macchine ed impianti. In questi particolari settori il sensore di pressione differenziale svolge prevalentemente una funzione di monitoraggio di compressori, pompe e filtri.

I campi di applicazione dei sensori di pressione

I sensori di pressione vengono utilizzati nei principali settori dell’industria ed in modo particolare per la refrigerazione ed il condizionamento dell’aria, per l’industria alimentare, per i gas medicali, per le macchine da lavoro mobili ecc.
Di seguito alcuni settori nel dettaglio per avere una panoramica più ampia.

I sensori per i sistemi di refrigerazione e di condizionamento dell’aria devono offrire una notevole resistenza alla maggior parte dei fluidi refrigeranti. Per le condizioni più estreme è opportuno utilizzare sensori in acciaio inox con costruzione monolitica che non richiedono guarnizioni dal lato del processo.

I sensori di pressione progettati per la misura di pressione in applicazioni con gas medicali e ossigeno offrono diversi livelli di pulizia, diverse marcature dello strumento e diversi tipi di imballaggio.

Altro settore in cui i sensori sono molto gettonati è quello dell’idraulica mobile, dove i dispositivi devono assicurare durata, robustezza e resistenza agli urti, ai picchi di pressione ed alle continue vibrazioni. Nelle applicazioni di idraulica mobile è opportuno usare sensori con un livello di protezione pari a IP69.

Nel settore dell’industria alimentare e delle bevande i sensori devono garantire la giusta stabilità chimica nei confronti dei liquidi di pulizia e delle alte temperature.

I sensori di pressione per compressori d’aria devono garantire elevati standard di robustezza e di resistenza alle vibrazioni. Le parti a contatto col fluido risultano particolarmente duttili poiché sono adatte sia agli oli lubrificanti sia all’aria compressa.

Nell’industria automotive i sensori di pressione monitorano la pressione del refrigerante e dell’olio e regolano la potenza del motore per raggiungere la velocità desiderata. Inoltre rappresentano un elemento fondamentale in tema di sicurezza poiché regolano il sistema di frenatura ABS evitando lo slittamento del veicolo.

Sensori di pressione: considerazioni finali

Volendo riassumere quanto detto finora i sensori di pressione sono strumenti di misura che convertono una quantità fisica di pressione in una quantità elettrica proporzionale alla pressione. In fase di costruzione vengono utilizzati materiali diversi come silicio, metallo e ceramica e principi fisici differenti. I campi di applicazione sono estremamente ampi e variegati e forniscono una misurazione precisa ed efficiente per ogni necessità, per questo rappresentano elementi fondamentali ed imprescindibili per ogni area industriale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.